fbpx

tst shootings

Buongiorno a tutti voi fotografi del TST20, piacere di conoscervi, io sono Marco e mi occupo di gestire per TOAGENCY la parte relativa ai set fotografici. Ognuno di voi è stato selezionato tra i candidati della propria regione quindi abbiamo visto nel vostro stile qualcosa che era affine ai nostri gusti. 

lo stile che cerchiamo

Naturalezza e spontaneità sono le parole d’ordine.

I modelli e le modelle che vi saranno assegnati saranno in alcuni casi professionisti ed in altri no. In alcuni casi saranno soggetti facili, in altri più complicati, alcuni più belli, altri decisamente meno. Questo non dovrà influire sul vostro entusiasmo nel realizzare il servizio fotografico perchè ogni soggetto ha qualcosa di interessante da fotografare. Basta trovarlo.

Certamente è inutile cercare di fare apparire come una modella un soggetto che evidentemente non ha i canoni estetici giusti, tuttavia, siccome alcuni dei nostri set verranno pubblicati come interviste, sarà utile avere un approccio più simile a quando si deve fotografare un personaggio dello spettacolo, un autore, un politico o qualcuno che non per forza ha nella bellezza il suo punto di forza ma, proprio magari per questo motivo ha un carattere che riuscirà a rendere espressiva una fotografia molto di più di quanto sia in grado di farlo una modella.  Se qualcuno di voi realizza servizi matrimoniali o interviste per magazine sa perfettamente di cosa sto parlando. 

Valorizzate i punti di forza dei vostri soggetti. 

Se un soggetto ha dei begli occhi puntate su quello, se ha un bel fisico ma un viso difficile da fotografare evitate di fare troppi primi piani e date più visibilità al corpo. Viceversa se ha un bellissimo viso ma non un fisico altrettanto attraente fate più primi piani e coprite i punti deboli con vestiti, accessori, oggetti o mascherateli con delle pose. Tutto senza mai ovviamente perdere la naturalezza, non è sempre facile, lo so, ma è proprio questo che fa la differenza nei fotografi di modelli, riuscire a esaltare i loro punti di forza facendoli apparire belli in modo naturale. 

LA COMUNICAZIONE CON IL SOGGETTO 

Parlate al soggetto, spiegategli che cosa avete in mente, raccontategli che cosa volete ottenere. Non riuscirete ad ottenere spontaneità se i soggetti non saranno tranquilli e rilassati. Vi potrà capitare la ragazzina che guardando nel vostro obiettivo sarà pietrificata o peggio, quella che sarà impostata nel fare quelle classiche pose scomode e terribili da vedere. Molto spesso mi capita di vedere fotografi che scattano  e modelli che si muovono senza che ci sia un minimo di comunicazione dove ognuno va per la sua strada dove nessuno sembra sapere perchè sia li ne che cosa stia facendo. Inevitabilmente gli scatti saranno orribili. Dovete comunicare, deve esserci complicità, deve esserci anima, dovete divertirvi ed emozionarvi insieme !

Dimenticate le impostazioni scolastiche, i modelli non devono per forza ridere anzi a mio avviso non c’è niente di peggio di una risata finta. Se i soggetti ridono devono farlo perchè vi state divertendo davvero. Preferisco un pianto vero a una risata finta. Ne le lacrime ne le risate escono a comando, almeno quelle vere.

Tirate fuori il vostro stile mettendolo al servizio del nostro mood. Vogliamo vedere il vostro lato spontaneo e vogliamo che voi tiriate fuori quello dei vostri soggetti. Scrollategli di dosso le paure e i dubbi che hanno sulla loro estetica, fategli capire che sono meravigliosi se smettono di atteggiarsi a quello che non sono. Tirate fuori la loro vera bellezza che solo la genuinità  può mostrare

Ricordate ai soggetti di dimenticarsi di posare, ma di concentrarsi su un’unica cosa : essere felici di vivere questo momento !